Nuove sfide

La situazione di urgenza che stiamo vivendo ha visto costretti lavoratori e professionisti medio-piccoli a fermare del tutto le proprie attività o quasi. Quelli che utilizzavano come unico canale il negozio fisico hanno dovuto rivedere le loro priorità e a munirsi in tempi brevi di un e-commerce per poter far fronte a una condizione che non ha precedenti.
Dalla semplice strategia brick and mortar alle imprese pure click, questo improvviso cambio di rotta sembra ben visto dai consumatori: il canale online è in netta accelerazione nei settori del largo consumo, anche se non è per tutti i settori così: per essere più precisi si è registrato un calo di volumi di vendita rispetto a un anno fa tra il 15% e il 30% nel settore dell’abbigliamento.
«Non c’è dubbio che l’e-commerce in generale in questo momento stia crescendo a doppia cifra, ma il comparto moda va in controtendenza», conferma a fashionmagazine.it Ilaria Tiezzi, ceo di Brandon Group.
Come si può ben immaginare il settore dell’abbigliamento ha più difficoltà di altri in questo periodo particolare, ciò si percepisce anche dalle continue promozioni e dall’aggressiva campagna di pubblicitaria che stanno perseguendo ultimamente i big player del settore (vedi Bershka, Asos, H&M, etc).
Tuttavia, le imprese possono ricorrere a questi stratagemmi solo per un periodo limitato di tempo, pena il rischio di vedere diminuiti i propri ricavi. Dovrebbero, piuttosto puntare ad aumentare asset che producano valore per l’impresa nel lungo periodo: innovarsi, creare un valore superiore per il consumatore, potenziare il customer journey.
C’è infatti da chiedersi se quando terminerà il lockdown i clienti ecommerce rimarranno tali, o torneranno ad acquistare nei soliti negozi. Questo dipenderà probabilmente dalla qualità del servizio offerto.
La parola chiave in questo momento è omincanalità, che si basa sull’integrazione dei tochpoint con cui il cliente viene in contatto, solo in questo modo si è in grado di fornire all’utente un ecosistema avvolgente e coerente, capace di soddisfare le sue aspettative di oggi ma anche di saper rispondere con rapidità ed efficienza alle sue aspettative di domani.